“Abbiamo più cose positive che negative dopo le tre partite giocate. L’unione e l’amalgama del gruppo si sono rafforzate. Miglioramento nel gioco in generale è avvenuto da partita a partita “- Zucchi Pastor .
“Questo concentramento è stato veramente bello e divertente, abbiamo avuto la possibilità di affrontare altre realtà e di vedere un po’ le squadre giovanili fuori dalla Sardegna… certo sono più grosse di noi fisicamente, ma siamo sicuramente riuscite a difenderci.
Oltretutto è stata un’occasione per fare team building.”- le parole di Fatou Ndiaye classe 2003, che ha segnato 33 gol in 3 partite . Anche la sorella Arame Ndiaye classe 2008 , ha “rotto il ghiaccio “ segnando la sua prima rete in una gara ufficiale. Ha dimostrato coraggio e determinazione nonostante la sua giovane età .”la trasferta è stata una bella esperienza perché ho avuto modo di conoscere meglio le mie compagne e una ragione in più è avere giocato per più tempo e aver fatto gol” – le sue parole dicono tutto.

Un gruppo fantastico di ragazze le nostre under 20, pur essendo abbastanza ridotto come numeri per la perdita delle atlete under 17 , abbandono dovuto dalla pandemia. Ma come siamo abituate a lavoro con quello che abbiamo, continueremo a lavorare sodo in vista del prossimo concentramento. Ci interessa tanto ciò che facciamo dentro il campo ma non lasciamo a caso quello che accade fuori dal campo . Le amicizie che nascono grazie allo sport sono preziose . Brave leonesse !In tanto questo weekend sarà senza gare , poi il 13 marzo si torna in campo con l’A2! ..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.