Sabato 13 marzo c’è la gara tra Sassari -Ferrarin . Dopo uno stop 🛑 forzati per problemi Covid si torna in campo .”Secondo me il nostro andamento non è stato costante. Dall’impegno messo negli allenamenti magari ci si aspettava risultati migliori e questo forse ci ha un po’ demoralizzate.
Essendo una squadra nuova manca ancora il giusto feeling che porta ad essere poco affiatate in campo. Manca il senso di appartenenza al gruppo e complicità.
Non ho un sogno ben preciso, penso che il mio sogno sia provare quel senso di soddisfazione ogni volta che esco dal campo così come ogni volta che raggiungo i miei obbiettivi nella vita di tutti i giorni. Dalla gara di sabato mi aspetto una bella partita, sperando che essa possa portare la squadra ad un livello di complicità maggiore”- Valeria Mazzitelli, 18 anni analizza con maturità il percorso ad oggi della squadra .
“Dopo due settimane di stop, a causa del rinvio della partita contro Brescia, andiamo ad affrontare il Ferrarin come prima partita del girone di ritorno. Avendo già affrontato questa squadra sappiamo cosa aspettarci, ma non dobbiamo sottovalutarle perché ogni partita è una cosa a sé. La squadra sta crescendo ma dobbiamo ancora migliorare, spesso non riusciamo a tenere lucidità per 60 minuti, e recuperare dopo gli errori. Dobbiamo migliorare la seconda fase, il gioco posizionale, stiamo lavorando per migliorare e raggiungere l’obbiettivo.”- il capitano Sara Scanu si prepara insieme alle sue compagne per la partita con la consapevolezza che solo lavorando si migliora .
La partita verrà trasmessa in diretta streaming .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.