Sara Scanu classe 2003 , aveva 8 anni quando a iniziato a giocare a pallamano, e nata con Lions, e l’atleta che ha messo il primo mattone nella costruzione della nostra piccola realtà , a solo 16 anni ha spazio nella squadra seniores , crescendo tanto . “È stata una stagione molto bella anche se purtroppo si è dovuta interrompere prematuramente, potevamo ancora dare tanto, è stata una stagione che ci ha portato molte soddisfazioni, è stato il mio primo anno da capitano che per me ha significato davvero tanto, il primo anno in cui mi sono potuta mettere più in gioco anche in un ruolo che non pensavo mi appartenesse. Sono cresciuta molto in questa stagione anche grazie alla squadra, alle più esperte, che hanno riposto fiducia in noi più piccole e ci hanno sempre supportate e incoraggiate. In questa stagione abbiamo anche imparato a non arrenderci, abbiamo sempre dato tutto in campo fino alla fine, anche quando magari il risultato non era a nostro favore.
Sicuramente non aver potuto terminare questa stagione c’ha lasciato l’amaro in bocca, però questa è anche una motivazione in più per voler dare il massimo la prossima stagione, non sarà semplice rientrare dopo una lunga pausa però sono molto fiduciosa nella squadra, sappiamo quello che possiamo fare, l’abbiamo dimostrato e ora puntiamo a migliorare ancora di più, noi non molliamo. 🦁💚🖤”- parole di Sara.
Un altro prodotto Lions e Veronica Furesi classe 2003 , portiere con ottime qualità, che la stagione. Scorsa nel campionato di serie A2 ha avuto il compito da titolare in alcune gare dove nonostante la giovane età si è fatta trovare pronta .”Della stagione 2019/2020 mi porto dentro la consapevolezza delle capacità e dell’unione del gruppo che si è creato, grazie all’esperienza delle più grandi e alla buona volontà di noi più piccole. Una cosa positiva è stata sicuramente il nostro approccio al campionato e al confronto con le squadre più esperte; infatti tramite le partite giocate abbiamo dimostrato di non essere inferiori a tutte le squadre del girone. La cosa negativa è stata senza dubbio il lockdown e quindi l’interruzione improvvisa del campionato che non ci ha permesso di vedere il frutto del nostro lavoro , ma questo è un input per la prossima stagione che ci invoglia a fare di meglio. Personalmente sono stata felice di essere affiancata a un portiere di esperienza da cui si può sempre imparare anche dal minimo consiglio.💚🖤”- parole di Veronica.
L’obbiettivo della mia società e sempre stato quello di formare delle atlete e atleti, senza fretta , lo stesso obiettivo resterà primario per me. Il modo migliore di raggiungere questo obbiettivo e tramite le esperienze che loro fanno. Poter fare un campionato nazionale con la
Maggior parte atlete cresciute nel vivaio nostro mi rende felice. Riprogrammare e la cosa più difficile ora come ora. Tenere il gruppo attivo con un Lavoro di mantenimento della forma sportiva dopo tanto tempo di stop e tosta . Dipenderà solo da noi come arriveremo alla partenza della preparazione vera e proprio della stagione . Vedremmo di che pasta siamo fatte. Facciamo in modo che non sia troppo tardi a far svanire tutto il buono fatto ad ora .”- parole di Zucchi Pastor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.