Siamo abituati a parlare delle nostre leonesse , settimana dopo settimana , partita dopo partita . Lo faremo anche ora , indipendentemente se ancora non giochiamo . Loro sono il nostro patrimonio della società , loro sono le protagoniste assolute . Non si molla un centimetro, continueremo ad allenarci .
Dopo Dibona e Scanu , tocca alla nostra Veronica Furesi , giovane portiere ha solo 17 anni leonessa doc ad esprimere le sue sensazioni “La cosa più difficile in questo momento? Sicuramente non poter avere la vita normale di sempre senza limitazioni….ma sopratutto dopo una preparazione di tre mesi non poter ancora svolgere il campionato per poterci confrontare con le altre realtà. Per un atleta questo non è uno dei periodi migliori in quanto si vorrebbe solo mettere in mostra ciò che in questi mesi si è provato con la squadra, quindi si è molto scoraggiati dal fatto che ci si debba allenare senza poter giocare ma rimane sempre la speranza che il campionato riprenda a Gennaio e questo da forza per non interrompere mai gli allenamenti e induce a fare ancora meglio.
In questi momenti le mie giornate si svolgono tra videolezioni, studio e allenamenti. Per quanto riguarda il nostro campionato prevedo che la nostra squadra possa dare molto ma bisogna ovviamente riprendere il ritmo partita e superare col tempo quelli che sono i limiti della squadra, penso che il tutto sarà possibile grazie alla nostra voglia di ritornare in campo e far vedere di cosa siamo capaci.💪🏻”- parole di Veronica !
L’altra voce arriva da parte del pivot numero 7 sulla maglia , giovane atleta che tra meno di un mese compierà 18 anni . Valeria Mazzitelli, nata leonessa . “La cosa più difficile al momento sembra arrivare al campionato, che si allontana ogni giorno di più.
È una situazione molto difficile che non ci aspettavamo di vivere.
Nonostante la lontananza del campionato non ci siamo mai fermate e continueremo ad allenarci il più possibile durante questa lunga attesa.
È un momento complicato, dove ogni mia giornata consiste nel restare a casa ed uscire esclusivamente per allenarmi, cosa che sia fisicamente sia psicologicamente mi serve un sacco.
Personalmente questa situazione senza la pallamano sarebbe ancora più difficile da affrontare e proprio per questo provo ( come ognuna di noi ) a fare il possibile per continuare.
Spero solo di iniziare a giocare prima o poi, non so cosa aspettarmi ma non vedo l’ora di stare in campo con tutte le mie compagne e dimostrare, sopratutto a noi stesse, quanto possiamo dare.”- parole di Valeria
Non si molla !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.