Giulia Dibona , alla sua seconda stagione in maglia Lions , atleta fondamentale per la squadra è il gruppo, dimostrazione di professionalità anche se non siamo professioniste, qualità ma sopratutto grande voglia di migliore e imparare cose nuove .“In questo momento, con questa stato di emergenza, la cosa più difficile per me è non poter fare progetti per il futuro, per domani, per la settimana prossima, per natale, ecc. L’emergenza sta limitando la mia (nostra) libertà di scelta e questo spesso mi fa sentire impotente rispetto la mia vita.
Questo “non poter avere programmi” influisce anche sulla pallamano, basti pensare al posticipo (un’altro) dell’inizio del campionato. Per un’atleta non è facile continuare ad allenarsi senza partite né amichevoli; è dura mantenere alta la concentrazione e la motivazione sapendo che neanche questo sabato potrai giocare.
Attualmente sono molto impegnata con il lavoro: alcuni giorni inizio alle 8 finisco alle 19 e poi mi preparo per l’allenamento e torno a casa. Il weekend fortunatamente ho la possibilità di staccare la testa dagli obblighi lavorativi e decido di passare le giornate fuori, all’aperto.
Dare un’opinione rispetto al campionato che deve ancora iniziare è difficile, anche perché dobbiamo tener conto che è da febbraio che non incontriamo un’altra squadra. Se inizieremo effettivamente a gennaio saranno passati 11 mesi dall’ultima partita. Ciò che penso tuttavia è che sarà un campionato ancora più tosto dell’anno scorso essendosi aggiunte squadre importanti. Fortunatamente si sono aggiunte alla Lions nuove giocatrici che sicuramente daranno il loro contributo alla Lions per affrontare queste nuove sfide.” – parole di Giulia .
Non molliamo ! Non ci fermiamo!
Il 22 febbraio 2020 abbiamo giocato l’ultima partita ufficiale , il 9 marzo abbiamo conosciuto il lockdown generale . Abbiamo conosciuto gli allenamenti distanti su zoom. Abbiamo continuato a tenerci in allenamento nonostante le distanze . A giugno siamo tornate in spiaggia , con un po’ di Beachandball. Dal 24 agosto abbiamo ripreso la preparazione per la nuova stagione . Ecco ci qua il19 novembre che stiamo continuando a sognare , sperare che possiamo tornare a giocare ! Il capitano delle leonesse , Sara Scanu 17 anni , nonostante paure e ansie , nonostante sta la sua giovane età ha le idee chiare di cosa vuole da grande “Sicuramente sono rimasta molto delusa quando dopo mesi di allenamenti hanno rinviato il campionato una settimana prima di iniziare. Non è semplice continuare ad allenarsi e tenere concentrazione non sapendo se e quando inizierà questa stagione, si spera che a gennaio si possa tornare in campo ma niente è veramente sicuro, per ora dobbiamo continuare ad allenarci e aspettare, anche perché quell’ora e mezza di allenamento è l’unico momento in cui si riesce a non pensare a tutta la situazione.❤️”- sensazioni di Sara in questo momento difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.